Spiegato: La controversia sull'eredità storica del soldato della Guerra Civile Nathan Bedford Forrest - Ottobre 2022

All'inizio di questa settimana, i resti di Nathan Bedford Forrest e di sua moglie sono stati rimossi dopo anni di controversie, da un parco cittadino a Memphis, nel suo stato natale, il Tennessee.

Le squadre di costruzione assunte dalla famiglia del generale confederato Nathan Bedford Forrest lavorano per smantellare la sua tomba all'Health Sciences Park martedì 1 giugno 2021 a Memphis, Tennessee (Patrick Lantrip/Daily Memphian via AP)

Nathan Bedford Forrest è facilmente una delle icone più controverse e popolari della guerra civile americana. Il soldato confederato ha monumenti eretti a lui in tutta l'America, specialmente negli stati del sud. Il suo nome è stato dato a una contea, una città, un parco, una strada e diverse scuole superiori. Anche Forrest Gump, il personaggio immaginario nel romanzo e nel film con il nome, ha affermato che il suo personaggio è stato chiamato da sua madre dopo il generale della guerra civile. Ma Forrest è anche odiato per essere un proprietario di schiavi e un razzista che ha massacrato centinaia di truppe composte da soldati neri.



All'inizio di questa settimana, i resti di Forrest e di sua moglie sono stati rimossi dopo anni di controversie, da un parco cittadino a Memphis, nel suo stato natale, il Tennessee. Il parco che in precedenza era stato intitolato a Forrest, aveva la sua statua e rimane dal 1904. Nel 2015, la statua è stata rimossa dopo l'incidente della sparatoria di Charleston. Gli sforzi per rimuovere i suoi resti dal parco insistono ormai da molto tempo e si sono intensificati dopo il raduno dei suprematisti bianchi, 'Unite the Right si è tenuto a Charlottesville nel 2017. Dopo essere stato riesumato dal parco di Memphis, i resti di Forrest saranno spostati A 200 miglia di distanza dal National Confederates Museum in Columbia.


jessy schram piedi

Newsletter| Fai clic per ricevere le spiegazioni migliori della giornata nella tua casella di posta





Chi era Nathan Bedford Forrest e qual è la controversia sulla sua eredità storica?

Forrest nacque in povertà nel Tennessee nel 1821. Poco più che ventenne, Forrest si trasferì a Memphis e divenne un uomo d'affari di successo e uno dei più grandi commercianti di schiavi sul fiume Mississippi. Alla fine degli anni 1850, Forrest affermò di valere più di un milione di dollari. L'influenza generata dalla sua ricchezza lo fece eletto consigliere comunale di Memphis nel 1858. All'inizio della guerra civile nel 1861, Forrest era uno degli uomini più ricchi del sud.

Quando il Tennessee si separò nel giugno 1861, Forrest si unì all'esercito confederato e fu presto incaricato di allevare la propria cavalleria. Sebbene non avesse alcun tipo di educazione militare, dimostrò di essere un astuto comandante e nel 1864 condusse due battaglie che lasciarono l'impatto più significativo sulla sua eredità.



Nell'aprile del 1864, guidò le sue truppe a quello che divenne noto come l'attacco di Fort Pillow, dove i suoi uomini uccisero fino a 300 soldati dell'Unione, la maggior parte dei quali erano neri. Una commissione del Congresso ritenne la faccenda un 'massacro indiscriminato' e per gli afroamericani e molti nordisti, Forrest divenne noto come 'Macellaio di Fort Pillow'. La sua vittoria più decisiva, tuttavia, arrivò nel giugno di quell'anno, quando guidò una forza di 3.500 uomini nella battaglia di Brices Roads nel Mississippi. Ma nel maggio 1865 consegnò le sue truppe esauste e sconfitte alle forze dell'Unione vicino a Selma in Alabama.

Nel 1867, si unì all'allora nascente gruppo suprematista bianco, Ku Klux Klan come primo Grande Mago. Il gruppo ha usato la violenza e la minaccia per garantire il controllo bianco sugli schiavi appena emancipati. Il Klan sotto Forrest usò l'intimidazione per bloccare i diritti di voto dei neri nelle elezioni del 1868. Nel 1869, Forrest si ritirò dall'organizzazione dopo aver espresso la sua disillusione per la mancanza di coordinamento tra i gruppi suprematisti bianchi nel sud.



Forrest morì nel 1877 e fu sepolto nel cimitero di Elmwood a Memphis. Nel 1904, i suoi resti furono dissotterrati dal cimitero e trasferiti nel parco Forrest, così chiamato in suo onore.

Una statua di Nathan Bedford Forrest poggia su un piedistallo di cemento in un parco intitolato al cavaliere confederato a Memphis, Tennessee (AP Photo/Adrian Sainz, File)

Lo storico Court Carney nel suo documento di ricerca, 'L'immagine contestata di Nathan Bedford Forrest' (2001), ha scritto a lungo su come l'eredità di Forrest è stata dibattuta dal momento in cui i suoi necrologi sono stati scritti. Imbarazzati dalla capitolazione anticipata della loro città durante la guerra civile, i bianchi di Memphian avevano un disperato bisogno di un eroe e quindi crearono una rappresentazione distorta del ruolo di Forrest nella guerra, scrisse Carney. Ha citato uno dei necrologi celebrando Forrest: Il futuro lo riconoscerà come una grande figura nella storia della repubblica. Gli abitanti della città erano molto orgogliosi del fatto che, sebbene Forrest non fosse addestrato, conosceva le regole della battaglia e descriveva le sue tattiche come ricordanti i 'metodi del Crociato'. Al contrario, tuttavia, i neri di Memphian e i neri di tutto il sud detestavano Forrest per il suo ruolo di mercante di schiavi e per aver massacrato le truppe dell'Unione.



Con l'emergere dell'ideologia della Causa Persa all'inizio del XX secolo che sosteneva l'idea che la causa dei Confederati nella Guerra Civile fosse eroica e non solo basata sulla schiavitù, l'immagine di Forrest subì una rinnovata glorificazione. Fu in questo periodo che una statua di Forrest fu eretta nel parco chiamato in suo onore a Memphis e il piano era di trasformare il parco in un luogo per i memoriali confederati. Carney nel suo giornale ha spiegato che pochi giorni dopo l'inaugurazione della statua il New York Times, precedentemente ostile, ha fatto eco a questi sentimenti, affermando che Forrest 'ha ottenuto lo stesso apprezzamento al nord come al sud, sebbene nel primo, ovviamente, l'apprezzamento era un po' lento nel trovare espressione'.

Per diversi decenni dopo, l'immagine di Forrest avrebbe continuato a essere celebrata. Le cose cambiarono, tuttavia, con il movimento per i diritti civili degli anni '50 e '60. Nel 1968 Martin Luther King fu assassinato a Memphis. In seguito all'incidente, seguì un periodo di disordini razziali in città e la sua demografia cambiò. Mentre molti bianchi hanno lasciato la città, c'è stato un aumento costante dei residenti neri. Con l'aumento dell'influenza nera a Memphis, la tradizionale celebrazione di Forrest venne messa in discussione. All'inizio degli anni '70, la bandiera confederata fu rimossa da Forrest Park e il legislatore del Tennessee rimosse il compleanno di Forrest dall'elenco delle festività ufficiali.



Negli ultimi anni, i memoriali di Forrest sono stati spesso attaccati. Nell'agosto 2012, un monumento a Forrest a Selma, in Alabama, è stato vandalizzato e il busto rimosso. Nel 2013, Forrest Park a Memphis è stato ribattezzato come Health Sciences Park in mezzo a molte polemiche. Secondo quanto riferito, il cambio di nome è stato motivo di preoccupazione per alcuni membri del consiglio comunale che sentivano che stava minimizzando il significato della lotta della Confederazione contro le forze dell'Unione.

Una pesante gru che verrà utilizzata per aiutare a dissotterrare i resti dell'ex generale confederato Nathan Bedford Forrest si trova in un parco martedì 1 giugno 2021 a Memphis, Tennessee (AP Photo/Adrian Sainz)

Qual è stata la controversia sull'esumazione di Forrest dal parco di Memphis?

Nel 2015, dopo la sparatoria a Charleston, nella Carolina del Sud, alcuni legislatori del Tennessee hanno suggerito la rimozione della statua di Forrest dall'Health Sciences Park e il suo trasferimento nel suo luogo di sepoltura originale al cimitero di Elmwood. Tuttavia, il permesso è stato negato dalla Tennessee Historical Commission ai sensi del Tennessee Heritage Protection Act del 2013 che impedisce alle città e alle contee di trasferire monumenti o altri oggetti di importanza storica. Pochi mesi dopo il consiglio comunale ha venduto il parco a un'organizzazione senza scopo di lucro chiamata Greenspace che non era sotto la competenza della Commissione Storica.



La stessa sera la statua è stata abbattuta. L'organizzazione no-profit neo-confederata, Sons of Confederate Veterans, si è opposta alla mossa e ha citato in giudizio il consiglio comunale, ma ha perso. Il portavoce Lee Miller in un'intervista ha dichiarato: Non c'è motivo di abbattere la storia, di spostare le statue. La storia di tutti dovrebbe essere apprezzata.

Nel 2019, Greenspace ha trasferito la statua ai Sons of Confederate Veterans con un accordo privato. Ha quindi iniziato a pianificare la rimozione dei resti di Forrest dal parco per il quale è stata richiesta l'approvazione dei suoi discendenti e di un tribunale. Una volta concordato, decisero di trasferire i resti in una nuova posizione in Columbia.

Attualmente, i residenti di Memphis stanno pianificando la celebrazione di diciottesimo di giugno (la celebrazione annuale dell'emancipazione degli schiavi il 19 giugno) nel parco dove vengono riesumati i resti di Forrest.


stipendio di justin timberlake