Spiegato: quali sono le regole CRZ violate dagli appartamenti demoliti di Maradu? - Ottobre 2022

In India, le regole della Coastal Regulation Zone (CRZ) disciplinano le attività umane e industriali vicino alla costa, al fine di proteggere i fragili ecosistemi vicino al mare.

Spiegato: quali sono le regole CRZ violate dagli appartamenti demoliti di Maradu?L'abbattimento dei quattro appartamenti di lusso è stato ordinato dalla Corte Suprema nel maggio dello scorso anno, per violazione delle norme CRZ. (Foto: PRD, governo del Kerala)

Domenica, l'ultimo dei quattro complessi di appartamenti illegali a Maradu, in Kerala, è stato raso al suolo da implosione controllata , segnando il completamento dell'opera di demolizione dei grattacieli del lungomare.



L'abbattimento dei quattro appartamenti di lusso è stato ordinato dalla Corte Suprema nel maggio dello scorso anno, per aver violato le norme della Coastal Regulation Zone (CRZ). La corte aveva definito le costruzioni illegali una perdita colossale per l'ambiente.

Cosa sono le norme CRZ e dove si applicano?

In India, le regole della Coastal Regulation Zone (CRZ) disciplinano le attività umane e industriali vicino alla costa, al fine di proteggere i fragili ecosistemi vicino al mare. Limitano alcuni tipi di attività - come le grandi costruzioni, la creazione di nuove industrie, lo stoccaggio o lo smaltimento di materiali pericolosi, l'estrazione mineraria, la bonifica e l'interramento - entro una certa distanza dalla costa.






quanto vale liza koshy

Dopo l'approvazione dell'Environment Protection Act nel 1986, le Regole CRZ sono state formulate per la prima volta nel 1991. Dopo che queste sono state ritenute restrittive, il Centro ha notificato nuove Regole nel 2011, che includevano anche esenzioni per la costruzione dell'aeroporto Navi Mumbai e per progetti del Dipartimento dell'Energia Atomica. Nel 2018 sono state emanate nuove Regole, che miravano a rimuovere alcune restrizioni sulla costruzione, snellire il processo di autorizzazione e miravano a incoraggiare il turismo nelle aree costiere.

In tutte le Regole, la zona di regolazione è stata definita come l'area fino a 500 m dalla linea dell'alta marea. Le restrizioni dipendono da criteri quali la popolazione dell'area, la sensibilità ecologica, la distanza dalla costa e se l'area è stata designata come parco naturale o zona faunistica.




chanel casa sulla costa occidentale

Le ultime Regole prevedono una zona di non sviluppo di 20 m per tutte le isole vicine alla costa continentale e per tutte le isole arretrate della terraferma.

Per le cosiddette aree CRZ-III (rurali) sono state previste due distinte categorie. Nelle aree rurali densamente popolate (CRZ-IIIA) con una densità di popolazione di 2.161 per kmq secondo il censimento del 2011, la zona di non sviluppo si trova a 50 m dal livello dell'alta marea, contro i 200 m stabiliti in precedenza. Le aree della categoria CRZ-IIIB (aree rurali con densità di popolazione inferiore a 2.161 per kmq) continuano ad avere una zona di non sviluppo che si estende fino a 200 m dalla linea dell'alta marea.



Mentre le regole CRZ sono fatte dal ministero dell'ambiente dell'Unione, l'attuazione deve essere assicurata dai governi statali attraverso le loro autorità di gestione delle zone costiere. Nel caso in esame, l'Autorità di gestione della zona costiera del Kerala (KCZMA) ha identificato le violazioni CRZ.

Da non perdere da Spiegato | Il significato del porto di Calcutta, ribattezzato dal Primo Ministro Modi




patrimonio netto di jimmy wales