Spiegato: come gli omicidi di Breonna Taylor e Daniel Prude evidenziano la violenza della polizia, i pregiudizi razziali negli Stati Uniti - Gennaio 2022

Il Black Lives Movement ha cercato di evidenziare esempi di razzismo quotidiano sperimentato dalle persone di colore negli Stati Uniti e di come questo razzismo possa essere fatale per le persone di colore a causa della violenza arbitraria inflitta dalla polizia e di come le istituzioni statali falliscano vittime.

Omicidi di Breonna Taylor Daniel Prude, uccisione di George Floyd, protesta per noi vite nere, movimento per le vite nere, proteste per noi, proteste contro il razzismo,La gente marcia davanti al municipio durante una protesta contro la morte di Breonna Taylor e George Floyd da parte della polizia di Minneapolis. (Foto Reuters: Bryan Woolston)

Black Lives Matter non è un nuovo movimento sociale; è in circolazione almeno dal 2013. Ma nel 2020 ha trovato la ribalta internazionale dopo l'uccisione di George Floyd , un uomo afroamericano dalla polizia statunitense a maggio. L'uccisione di Floyd e le proteste diffuse che ne sono seguite hanno portato l'attenzione sulle innumerevoli altre vittime della violenza della polizia negli Stati Uniti che sarebbero state altrimenti perse nel ciclo di notizie 24×7.

Tra queste vittime c'erano Breonna Taylor, un tecnico medico di emergenza di 26 anni a Louisville, nel Kentucky, che è stato ucciso da agenti di polizia locali nella sua stessa casa e Daniel Prude, un uomo di colore di 41 anni, morto per soffocamento a Rochester, New York, dopo che gli agenti di polizia gli hanno messo un cappuccio sulla testa e lo hanno immobilizzato a terra. Gli attivisti hanno a lungo spinto per la responsabilità della polizia e del sistema giudiziario degli Stati Uniti, che secondo loro prendono di mira in modo sproporzionato le persone di colore e gli immigrati nel paese.



Perché questi casi sono importanti?



I casi riguardanti l'uccisione di Taylor, Floyd e Prude hanno evidenziato la gravità della questione della violenza della polizia negli Stati Uniti, radicata nel razzismo sistemico e nella discriminazione contro le persone di colore e nella mancanza di responsabilità nella polizia e nei sistemi giudiziari negli Stati Uniti. Gli attivisti affermano che questi problemi esistono da anni, ma i poteri conferiti alla polizia e al sistema giudiziario negli Stati Uniti hanno ampiamente protetto le istituzioni statali da ogni resa dei conti e hanno impedito alle famiglie delle persone uccise di ottenere giustizia o chiusura.

Il Black Lives Movement ha cercato di evidenziare esempi di razzismo quotidiano sperimentato dalle persone di colore negli Stati Uniti e di come questo razzismo possa essere fatale per le persone di colore a causa della violenza arbitraria inflitta dalla polizia e di come le istituzioni statali falliscano vittime. Il New York Times ha recentemente pubblicato un articolo di notizie che ha indagato su come la polizia locale ha cercato di sopprimere i registri della città che hanno mostrato come la polizia ha cercato di costruire una falsa narrativa attorno al caso di Prude nel tentativo di coprire una detenzione arbitraria e il successivo omicidio.



Espresso spiegatoè ora accesoTelegramma. Clicqui per unirti al nostro canale (@ieexplained)e rimani aggiornato con le ultime

Jacob Blake, tiro di Jacob Blake, tiro di Kenosha, tiro di Jacob Blake Kenosha, proteste del Wisconsin, Notizie dal mondo, Indian ExpressLe persone si riuniscono per una veglia per Jacob Blake a New York City (foto di Michael M. Santiago/Getty Images)

Chi era Breonna Taylor e perché è stata uccisa?

Breonna Taylor aveva solo 26 anni quando è stata uccisa dopo essere stata colpita da almeno cinque colpi di arma da fuoco nella sua casa da agenti di polizia a Louisville, nel Kentucky, durante quella che la polizia in seguito chiamò un'irruzione per droga sbagliata.


patrimonio netto di jon favreau

Poco dopo la mezzanotte del 13 marzo, gli agenti di polizia locale sono entrati nell'appartamento di Taylor, eseguendo il cosiddetto mandato di perquisizione senza colpi, un documento del tribunale che consente agli agenti di polizia di entrare in una casa residenziale senza permesso o preavviso. Secondo quanto riferito, Taylor e il suo compagno stavano dormendo quando la polizia è entrata, dopo di che si è verificato un alterco in cui sono stati scambiati colpi di arma da fuoco tra il partner di Taylor, un proprietario di pistola registrato, e la polizia. Gli agenti di polizia che avevano sparato almeno 27 proiettili hanno affermato di aver risposto al fuoco dopo che un agente è stato colpito e ferito.




lena headey età

Durante questo scontro a fuoco, Taylor è stato colpito da otto colpi di arma da fuoco e in seguito è morto per le ferite riportate. Sebbene la polizia avesse affermato di essere entrata nella proprietà di Taylor in un raid antidroga, nessuna droga è stata trovata nella sua casa. La famiglia di Taylor in seguito ha intentato una causa per batteria, omicidio colposo, forza eccessiva e grave negligenza da parte degli agenti, che secondo loro non stavano cercando Taylor o il suo partner, ma un altro individuo che non viveva nel quartiere di Taylor ma altrove. La famiglia di Taylor ha anche accusato la polizia di Louisville di prendere di mira intenzionalmente il quartiere nel tentativo di gentrificarlo, un'accusa che la polizia e il sindaco della città hanno negato.

Quasi sei mesi dopo che Taylor è stato ucciso e tra continue richieste di giustizia, la scorsa settimana è stato riferito che i funzionari di Louisville hanno accettato di pagare alla famiglia Taylor $ 12 milioni di dollari in un accordo transattivo. Gli agenti di polizia coinvolti nell'omicidio di Taylor non sono stati né arrestati né incriminati nel caso.

A giugno, uno degli agenti coinvolti nel raid, Brett Hankison, è stato licenziato e gli altri due agenti, Jonathan Mattingly e Myles Cosgrove, sono stati posti in congedo amministrativo. Dopo un altro caso in cui la polizia ha sparato arbitrariamente a individui, il capo della polizia di Louisville è stato licenziato. I notiziari suggeriscono che un gran giurì potrebbe decidere se le accuse penali debbano essere presentate contro uno degli agenti coinvolti nella morte di Taylor.



Tuttavia, la famiglia e gli attivisti di Taylor affermano che è stata fatta poca giustizia perché gli agenti di polizia non sono stati né accusati né arrestati e l'accordo finanziario non può compensare la morte di Taylor.

Leggi anche |#BlackLivesMatter: 'Non c'è mai stato un calcolo per le origini della pattuglia di schiavi della polizia (americana)'



Chi era Daniel Prude e perché è stato ucciso?

Nel marzo dello scorso anno, Daniel Prude, un uomo di colore di 41 anni, è morto per soffocamento a Rochester, New York, dopo che gli agenti di polizia gli hanno messo un cappuccio sulla testa e lo hanno immobilizzato a terra. I registri ufficiali della città mostrano che i funzionari di polizia avevano cercato disperatamente di nascondere sotto il tappeto le circostanze in cui era morta Prude, perché solo poche settimane dopo, le strade degli Stati Uniti erano scoppiate in proteste contro la brutalità della polizia dopo l'uccisione di George Flyod.

Un rapporto del New York Times ha rivelato che il dipartimento di polizia aveva cercato di nascondere al pubblico la causa della morte di Prude e temeva un contraccolpo potenzialmente violento se le riprese delle telecamere del corpo della polizia fossero state rilasciate all'avvocato della famiglia Prude e mai rese pubbliche. L'indagine del Times ha rivelato che i rapporti della polizia relativi all'incidente sono stati alterati per proiettare deliberatamente Prude come sospetta, per coprire la violenza in cui gli agenti di polizia hanno commesso, quando hanno bloccato Prude nudo e incappucciato a terra prima che smettesse di respirare, causato a causa di il cappuccio posto sulla sua testa e trattenuto dalla polizia. Prude ha dovuto essere sottoposto a supporto vitale, ma in seguito è morto dopo che la sua famiglia ha rimosso il supporto. I funzionari di polizia avevano inizialmente affermato che Prude era morta per overdose, un'affermazione che è stata fortemente respinta dalla sua famiglia.


quanto vale la pietra emma

La morte di Prude è stata segnalata solo di recente, mesi dopo la sua morte, e i rapporti suggeriscono che soffrisse di problemi di salute mentale. La BBC ha riferito che un medico legale aveva dichiarato la sua morte un omicidio causato da complicazioni di asfissia nell'ambito della contenzione fisica, con intossicazione dal farmaco PCP, un fattore che ha contribuito.

La famiglia ha intentato una causa per omicidio colposo e ha chiesto che tutti i documenti di polizia relativi alla morte di Prude fossero consegnati alla famiglia in una mossa ai sensi della richiesta del Freedom of Information Act. La polizia di Rochester ha affermato di aver condotto la propria indagine interna e ha negato qualsiasi illecito da parte degli agenti, affermando che la loro azione era appropriata e coerente con la loro formazione.

La famiglia ha riferito che il governo della città di Rochester, forse temendo che le conseguenze del filmato della morte di Prude venissero rese pubbliche, ha cercato di impedire loro di accedere al filmato, ponendo diverse condizioni per garantire che il video non fosse rilasciato pubblicamente.

Dopo che il filmato della morte di Prude è stato finalmente rilasciato il 2 settembre, a Rochester si sono verificate proteste contro la polizia e il governo della città. Oltre a protestare contro la brutalità della polizia, i manifestanti hanno anche criticato la mancanza di azione contro gli agenti di polizia coinvolti nella morte di Prude o anche il successivo insabbiamento da parte dei funzionari. Il rapporto del New York Times afferma che non solo non è stata intrapresa alcuna azione contro la polizia di Rochester, ma il vice capo coinvolto nell'insabbiamento che inizialmente è stato costretto a dimettersi dopo la pubblicazione dei video, è stato nominato capo della polizia ad interim. Gli altri agenti coinvolti nell'omicidio di Prude sono stati solo sospesi.

Cosa dicono questi omicidi sulla polizia statunitense?

Questi omicidi hanno messo in luce le origini razziste e violente della polizia negli Stati Uniti. In un'intervista con Vox, Khalil Muhammad, professore di storia, razza e politica pubblica alla Harvard Kennedy School, afferma: La nozione di criminalità nel senso più ampio ha a che fare con le ribellioni e le rivolte degli schiavi, lo sforzo dei neri per sfidare la loro oppressione nel contesto della schiavitù. Furono istituite pattuglie di schiavi per mantenere, attraverso la violenza e la minaccia della violenza, la sottomissione delle persone schiavizzate. Ma in realtà non abbiamo nozioni di criminalità nera nel modo in cui le pensiamo oggi fino a dopo la schiavitù nel 1865.

Muhammad afferma che prima della guerra civile, nel sud americano, tutte le espressioni di libertà da parte dei neri, che si trattasse di diritti politici, economici o anche sociali, erano soggette a sanzioni penali. I bianchi potrebbero accusare i neri che volevano votare di essere criminali. Le persone che volevano negoziare contratti di lavoro equi potrebbero essere definite criminali.

Un sistema di giustizia penale sviluppato nel sud americano che era razzista e completamente suprematista bianco.

Il problema è il modo in cui è stata costruita la polizia e ciò che ha il potere di fare, ovvero - per dirla in termini che sono risonanti in questo momento - hanno sorvegliato i lavoratori essenziali dell'America, dice Muhammad nell'intervista a Vox. E il fatto che le persone di colore siano sovraindicizzate come lavoratori essenziali d'America, quando in realtà questo era lo scopo della loro presenza qui: fornire il lavoro per costruire ricchezza in America, e quindi l'unica forma di libertà che hanno mai avuto davvero, che era la libertà di lavorare per la maggior parte dei bianchi.